Skip to content

2.5kg in 2 settimane! 2 di 3: Chris’ Baozi

gennaio 17, 2011

Decisamente questi affari qui hanno contribuito almeno un mezzo chilo dei 2.5! Si tratta di una specie di focaccina ripiena cotta al vapore tipica della cucina cinese, e questi in particolare sono stati fatti seguendo una ricetta tradizionale senza nessun adattamento al gusto europeo, e vi spiegherò tra breve cosa intendo. Non conosco la provenienza della ricetta in quanto mi è stata data da Chris e, come ogni sua ricetta, l’origine mi è sempre del tutto oscura, però ormai mi fido dei suoi gusti! Ah…chi è Chris? Ma il mio compagno tedesco di esperimenti culinari naturalmente! Ci siamo conosciuti mentre cercavo casa a Colonia, nei continui peregrinamenti attraverso una città in cui non facevo altro che perdermi e in cui sembrava impossibile riuscire a sopraffare la concorrenza per aggiudicarsi una stanza in affitto! In realtà proprio lui mi ha fregato una stanza alla quale eravamo entrambi interessati, però almeno si è fatto perdonare condividendo con me una ricetta della cucina tedesca di cui eravamo finiti a parlare. Da lì è stato chiaro che condividevamo l’interesse per il cibo e abbiamo sempre continuato a incontrarci per cucinare insieme. Ora, voi mi direte, bene, quindi andiamo con una bella ricetta teutonica…ehm in effetti no,…perché Chris è appassionato di cucina asiatica :)))! Ma la mia smodata curiosità culinaria non va tanto per il sottile e quindi chi se ne frega, l’importante è cucinare!!

Allora dicevo, si, i baozi, mai sentiti?? Beh, nemmeno io prima della settimana scorsa, comunque, magari avrete assaggiato dei ravioli al vapore in un ristorante cinese, no? ecco, i baozi non hanno niente a che fare con i ravioli al vapore, eccetto il fatto che sono cotti anche loro al vapore :))!! Innanzitutto la pasta di questi fagottoni è completamente diversa, è molto soffice e spessa e poi soprattutto è dolce. Dolce? Come dolce, e il ripieno??….ma di carne naturalmente! Ah ma non preoccupatevi tanto si deve aggiungere zucchero anche al ripieno di carne :))! Hi hi, ecco cosa intendevo quando dicevo che la ricetta non è stata adattata ai gusti europei. Non so quanti ristoranti cinesi toglierebbero dai propri menu il pollo alle mandorle o il maiale in agrodolce per metterci questi simpatici cosoni. Beh si perché il gusto è di quelli che un europeo non si aspetta nell’addentare un qualcosa che contenga carne, perché se è vero che siamo abituati all’agrodolce in associazione con la carne penso che lo siamo molto meno al dolce e basta :)! Infatti la prima cosa che si percepisce nell’assaggiare queste focaccine è la dolcezza della sofficissima pasta, seguita dall’intenso gusto di zenzero del ripieno di carne, anch’esso piuttosto dolciastro. Se mi sono piaciuti? Si, si, si, e non vedo l’ora di rifarli, anche se ho un po’ l’impressione che non saranno in tanti ad apprezzare :(!
Venendo alla ricetta, per questioni di tempo abbiamo usato un mix di farina già pronto che contiene lo zucchero e il lievito e che non necessita di lunghi tempi di lievitazione. Potete facilmente trovare questi mix di farine in un qualsiasi supermercato asiatico l’importante è che sulla confezione ci sia scritta la parola bao che si riferisce a questo tipo di preparazione. E vabbè, se poi anche voi come me siete sperduti in un qualche paesino di provincia, trovare il supermercato asiatico è la parte più difficile della ricetta :)! E quindi se il vostro fornitissimo alimentari sotto casa è ahimè sprovvisto proprio di questa particolare farina, la ricetta non è poi così esotica, richiede “solo” un paio d’ore di preparazione ;).
Detto tutto ciò ecco la prima ricetta dell’anno e del blog ;):

Chris’ baozi
(per 12 baozi piccoli o 6 grandi)

farina per bao 1 confezione da 400g
oppure preparate la pasta da voi
carne macinata mista (maiale e manzo) 400g
cipollotti 1 mazzetto
cavolo cinese 300g (se non lo trovate immagino che anche la verza vada bene)
aglio 3 spicchi
zenzero fresco 1 radice (più o meno della dimensione di un pollice)
grappa un bicchierino (o un altro tipo di alcool, anche fruttato va bene)
zucchero 2 cucchiai
salsa di soia 2 cucchiai
uovo 1
salsa piccante un cucchiaino

Preparate l’impasto secondo le istruzioni, se lo state facendo da voi, considerate almeno un paio d’ore tra preparativi e lievitazione, con i mix già pronti può variare da un’ora a pochi minuti. Durante la lievitazione preparate il ripieno.
Tagliate tutte le verdure sottilmente e schiacciate sia l’aglio che lo zenzero con lo schiaccia aglio, mescolate il tutto alla carne, aggiungete lo zucchero, la soia, l’alcool, la salsa piccante e alla fine amalgamate tutto con l’uovo. Coprite e lasciate riposare in frigo. Intanto preparate la pasta per i fagottini, stendete la pasta in due lunghi filoni piuttosto spessi e dividete ciascuno in 6 parti uguali. Stendete ciascun pezzo in dei dischi in cui il centro risulti più spesso e i bordi più sottili. Riempite i dischi con un paio di cucchiai (o cucchiaini, se i fagotti sono più piccoli) di ripieno e chiudeteli unendo di volta in volta i lembi opposti del disco e schiacciando fino a chiuderlo completamente. Appoggiate ciascun baozi su un quadratino di carta da forno. Se avete usato un mix di farine potete direttamente cuocere i baozi al vapore, se avete preparato il vostro impasto dovrete probabilmente lasciare crescere l’impasto per un’altra ora. Ricordatevi di lasciare un certo spazio tra i baozi, in quanto cresceranno ulteriormente durante la cottura. Servite a piacimento con salsa di soia.

Se l’abbinamento del gusto dolce con la carne non vi sembra che faccia per voi, semplicemente aggiungete più sale alla farina oppure omettete completamente lo zucchero se preparate il vostro impasto e non aggiungete lo zucchero al ripieno, il risultato sarà sicuramente meno esotico ma forse accettato con più facilità.
E se proprio non avete voglia di metterci della carne, usate il vostro pesce o le vostre verdure preferite. Li ho fatti anche con un ripieno dolce alla marmellata di zucca,e li trovo ottimi per colazione o con il te. In effetti i baozi possono anche trovarsi ripieni di una pasta di fagioli rossi dolce, come quella giapponese. Mi sono documentata e questa ricetta corrisponde più o meno anche a quella del pane al vapore cinese, detto mantou, per cui alcuni dei fagottini non li ho rimepiti e li ho usati come piccoli panini dolci che, con la cottura a vapore risultano soffici e leggeri, un modo un pò diverso di presentare delle briochine per la vostra colazione!

Annunci

From → Cucina asiatica

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: